Ben ritrovati per questo sesto appuntamento con la rubrica “Welfare WorldWide”, dove vi proponiamo gli articoli internazionali più interessanti a tema Welfare Aziendale e Benessere Organizzativo. Questa settimana abbiamo tradotto per voi un articolo che parla delle pratiche di “mindfulness”, ovvero un approccio mentale che può trasformare e migliorare il modo in cui reagiamo alle inevitabili difficoltà della vita, anche allo stress e alle sfide quotidiane, come spiegato in un altro nostro articolo.

(originariamente apparso su Harvard Business Review il 28/12/2015, scritto da Kimberly Schaufenbuel, tradotto da Federico Schippa per blog.Shapeme.it)

Quando è stata l’ultima volta che vi siete seduti alla vostra scrivania e non avete fatto altro che riflettere? Cosa pensereste se vi capitasse di vedere un vostro collega, o impiegato, o superiore fare ciò? Incoraggiare i dipendenti a rallentare per concentrarsi sul presente sembra essere in contrapposizione alla cultura aziendale incentrata sulla rapidità nel completare i propri compiti. Tuttavia, oggigiorno l’ambiente lavorativo è controllato e misurato dettagliatamente e coloro che se ne occupano conoscono perfettamente l’importanza di ricaricare le energie per poter essere maggiormente produttivi. Una ricerca a proposito della “mindfulness” sta convincendo parecchi dirigenti a investire sulla capacità di riflettere e di concentrarsi dei loro dipendenti e l’impatto è stato subito positivo.

Come strategia di leadership, la “mindfulness” aiuta le persone ad essere più efficaci reindirizzando la loro concentrazione sui compiti più pertinenti e a portata. Disinnescare la tendenza al fare più cose allo stesso tempo e intenzionalmente concentrare tutta la propria attenzione su un lavoro porta a una maggiore qualità nelle decisioni e nelle interazioni sociali. Quelli che prendono decisioni con consapevolezza considerano attentamente tutte le opzioni che gli si presentano e ciò li porta a essere meglio informati e, spesso, a fare la scelta giusta. Inoltre, i dirigenti che rappresentano e promuovono le attività di tipo “mindful” creano un ambiente di lavoro molto più coinvolgente.

Molte ben note compagnie hanno da tempo riconosciuto e imparato a sfruttare i benefici delle tecniche di consapevolezza. Di seguito presentiamo alcuni esempi specifici dei tipi di programmi che queste compagnie lungimiranti hanno messo in pratica:

Google fa un vanto della propria coscienza sociale, offrendo agli impiegati benefici e vantaggi di ogni tipo, tra cui almeno una dozzina di corsi sulla “mindfulness”. Il più famoso di questi corsi, chiamato “Search Inside Yourself” (“Esplora dentro te stesso”) e presente dal 2007, ha migliaia di frequentanti. Google sostiene che questi programmi di consapevolezza insegnino una sorta di intelligenza emotiva, che aiuta le persone a comprendere meglio le motivazioni dei colleghi. Conseguentemente, si ha una maggiore empatia nel luogo di lavoro e questo diviene più stimolante. Inoltre, aumentano la resistenza allo stress cosi come migliorano la capacità di concentrazione. I partecipanti a questi corsi hanno dimostrato in seguito di essere più calmi, più pazienti e maggiormente disposti ad ascoltare. Loro stessi hanno anche affermato di saper meglio gestire lo stress e i sentimenti negativi.

La compagnia statunitense Aetna ha sviluppato, lanciato e successivamente studiato due programmi per lo sviluppo della consapevolezza nel 2010 (“Viniyoga Stress Reduction” e “Mindfulness At Work”) in collaborazione con l’Università di Duke, eMindful e l’American Viniyoga Institute. L’obiettivo dei programmi citati è quello di ridurre lo stress e migliorare la gestione dello stesso. I risultati ottenuti da Aetna sono stati così positivi che adesso la compagnia offre gli stessi corsi anche ai propri clienti! I partecipanti ad entrambi i corsi hanno mostrato un sostanziale miglioramento nelle misurazioni dello stress percepito e del battito cardiaco, dimostrando così che i loro corpi sono maggiormente capaci di reagire allo stress. In aggiunta, lo studio ha scoperto che questi miglioramenti possono essere ottenuti in egual misura attraverso un programma tenuto faccia a faccia cosi come da un programma in rete. Infatti i risultati sono stati statisticamente equivalenti per le due modalità.

General Mills, un’altra compagnia statunitense con sede a Minneapolis, ha offerto un programma di mindfulness ai propri impiegati del quartier generale sin dal 2006. I corsi sono designati per incrementare l’attenzione e la lucidità dei dipendenti, ma anche la creatività! L’azienda offre anche corsi di meditazione e di yoga per completare l’offerta, tenuti nelle stanze adibite alla meditazione che sono presenti in ogni edificio dei loro campus.

Intel ha iniziato a offrire i loro programmi di mindfulness “Awake@Intel” nel 2012. In media, i partecipanti riportano una diminuzione del 20 percento dei livelli di stress, un aumento del 30 percento del benessere fisico ed emotivo e un ulteriore aumento del 20 percento per quanto riguarda lucidità, creatività, concentrazione, qualità dei rapporti e coinvolgimento nei progetti di gruppo – tutti gli obiettivi del corso.

Anche una compagnia di natura ben diversa dalle precedenti, come Green Mountain Coffee Roasters, ha abbracciato la filosofia mindfulness. L’azienda offre mensilmente delle giornate dedicate alla mindfulness ai propri dipendenti, alle loro famiglie, ai loro amici e alla comunità in generale.

Molte aziende quindi possono attestare che portare queste iniziative ha ridotto lo stress dei lavoratori e contemporaneamente anche migliorato l’attenzione e la lucidità, la capacità di ascolto, l’abilità di prendere decisioni e il benessere in generale. Tuttavia il beneficio forse più importante dal punto di vista dei dirigenti è che la mindfulness insegna ai dipendenti a riflettere. La mindfulness è l’essenza del coinvolgimento. Essere pienamente coscienti (e permettere al tuo team di esserlo) è la formula segreta per raccogliere grandi soddisfazioni sul piano professionale e personale.

Ora che hai letto dei benefici delle pratiche di mindfulness, non vorresti portarle nella tua azienda? ShapeMe ti offre la possibilità di partecipare a seminari e workshops in tema mindfulness. Resta connesso per novità al riguardo.

Scritto da:
Federico Schippa
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato su tutte le ultime novità del Wellness per privati e per aziende!