La nostra salute psicofisica è influenzata da numerosi fattori, tra i quali spiccano per importanza il sonno e il riposo. E’ fondamentale per ognuno di noi ottenere un corretto riposo, in grado di ricaricarci le pile per affrontare al meglio gli impegni della giornata. Il mal d’autunno spesso causa una sensazione cronica di stanchezza e improvvisa letargia, dalle quali però non dobbiamo lasciarci sopraffare: un corretto ciclo sonno-veglia è un fattore fondamentale per riuscire a svolgere le attività quotidiane con l’energia necessaria.

Come possiamo, quindi, dormire in modo corretto e nelle ore giuste? Ecco 5 consigli che ti aiuteranno ad affrontare il sonno nel modo migliore e, soprattutto, a trarne benefici per il tuo benessere.

1- Mantieni un corretto ciclo sonno-veglia.

Il ciclo circadiano è tra i principali responsabili del corretto funzionamento del nostro corpo, e si basa su un periodo di circa 24 ore, di cui almeno 7 dedicate al riposo. Per ottenere un sonno produttivo, è essenziale imporre al nostro corpo un ciclo sonno-veglia costante giorno dopo giorno: andare a dormire e svegliarsi sempre alla stessa ora è il primo passo. Attenzione però, andare a letto troppo presto può non aiutarci, causando improvvisi risvegli notturni ed impossibilità di riaddormentarsi. Il ciclo sonno-veglia andrebbe mantenuto anche durante il weekend, nonostante risulti difficile a causa dei nostri impegni. Un consiglio per limitare i danni delle uscite serali è dormire per circa 20 minuti durante il pomeriggio, riuscendo così ad immagazzinare ore di sonno e svegliarsi presto la mattina seguente. Ricorda: più dormi durante il weekend, peggio è.

2- Limita i sonnellini pomeridiani.

Il riposo pomeridiano, se eccessivamente prolungato, rischia di confondere il nostro orologio biologico. Per evitare la sensazione di stanchezza e la confusione spesso generati dal sonnellino pomeridiano, è importante ridurre a 15 o 20 minuti la sua durata: questo ci permetterà da un lato di ricevere la giusta ricarica di energia, dall’altra di non avere conseguenze sul sonno notturno.

3- Prolungato contatto con la luce del sole.

La luce del sole produce grandi benefici sul nostro ciclo circadiano, prevenendo l’insonnia ed impostando i ritmi di veglia e di sonno. E’ importante quindi aumentare la nostra esposizione al sole, in ogni occasione. Lasciare sempre aperte le tende o consumare i pasti vicino ad una finestra illuminata sono delle possibili soluzioni.

4- Controlla l’alimentazione e svolgi attività fisica.

Limitare l’assunzione di bevande eccitanti come la caffeina e l’alcol e ridurre il consumo di nicotina sono i più vantaggiosi accorgimenti da seguire. Inoltre, gli esperti consigliano di evitare pasti pesanti e poco digeribili nelle ore serali, per permettere al nostro metabolismo di terminare la digestione prima del riposo. L’attività fisica quotidiana aiuta il nostro corpo ad attivarci durante il giorno e a percepire la sensazione di stanchezza verso sera, fattori che aiutano a mantenere un corretto ciclo sonno-veglia.

5- Cura l’ambiente in cui dormi.

Riposare in una camera tranquilla e pulita è una condizione necessaria per un buon riposo. Scegli un materasso e un cuscino che ti risultino comodi, arreda la tua stanza in maniera armoniosa, arieggiala ogni mattina e isolala il più possibile dai rumori circostanti.

Rimane solo una cosa da fare: lascia lo stress da parte e rilassati!

Ti è piaciuto il nostro articolo? Ti proponiamo una lettura sui benefici del TrailRunning, esercizio i cui benefici sono numerosi. ShapeMe a tal proposito ti propone TrailMe: Team Runningun modo per condividere l’attività fisica con i tuoi colleghi. Inoltre, informati sui seminari e workshop che ShapeMe organizza riguardo la cura dell’alimentazione!

Scritto da:
Martina
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato su tutte le ultime novità del Wellness per privati e per aziende!