L’astenia autunnale o “mal d’autunno“, che si manifesta principalmente durante il cambio stagionale, è una diffusa sensazione di spossatezza, che rallenta sia i riflessi del corpo che la concentrazione intellettuale, mettendo a dura prova lo svolgimento di tutte le attività, anche quelle quotidiane.

angry-annoyed-coffee-52608

I sintomi dell’astenia autunnale

Difficoltà ad alzarsi dal letto al mattino, stanchezza, spossatezza, difficoltà di concentrazione, irritabilità, debolezza diffusa. Questi i sintomi più comuni che legati al cambio di stagione rendono difficile il riadattamento di corpo e mente alla routine pre-estiva.

Le cause della stanchezza stagionale

Tra le cause principali, il cambio di stagione, che con il cambio d’ora, porta all’accorciamento graduale delle giornate e alla diminuzione delle ore di luce. Questo ha conseguenze sul nostro organismo, quali ad esempio, diminuzione della serotonina, “l’ormone della felicità”, e aumento della melatonina, ormone che regola i meccanismi del sonno.

Elemento incisivo è inoltre il cambio repentino delle abitudini e dei ritmi di vita che segue il termine dell’estate. Il rientro dalle ferie, dai viaggi e dalle lunghe settimane di relax, per ritornare alla routine lavorativa e allo stress che spesso ne consegue colpisce anche a livello psicologico e ha effetti negativi sul nostro umore, portando alla cosiddetta “depressione autunnale“. Fra le altre cause, un’alimentazione inadeguata e uno stile di vita non salutare.

I rimedi per contrastarla

L’astenia autunnale può essere contrastata seguendo dei semplici accorgimenti e rivedendo le proprie abitudini:

  • Ristabilisci un corretto ciclo di sonno-veglia: dormi e svegliati sempre alla stessa ora;
  • Cura la tua alimentazione: è preferibile fare pasti leggeri, digeribili, almeno tre ore prima di andare a letto;
  • Evita alcolici, caffeina e nicotina;
  • Pratica costantemente attività fisica: camminate quotidiane, passeggiate a passo veloce, uscite in bicicletta;
  • Riduci l’utilizzo di apparecchi elettronici colpevoli dell’affaticamento della vista e di un riposo poco produttivo.
  • Prenota un massaggio: ottimo per contrastare la stanchezza.

Massaggi

Le stimolazioni sensoriali che partono da un massaggio corporeo hanno un’influenza positiva sul nostro organismo. Lo sfregamento sulla pelle provoca infatti un movimento di liquidi che favorisce l’eliminazione delle tossine, regola i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, e aumenta i linfociti promuovendo l’attività del sistema immunitario.massage-1929064_960_720

Un buon massaggio riduce lo stress e la stanchezza, favorendo la circolazione e apportando benefici al cuore e alla respirazione.

Questo permette al nostro corpo di gestire meglio quella sensazione di spossatezza legata appunto all’astenia autunnale. 

Tra le varie tipologie di massaggio, il massaggio svedese è tra i più rilassanti.

 

Alimentazione

Una corretta alimentazione aiuta a risolvere la maggior parte dei casi di astenia. È quindi opportuno definire un piano alimentare che favorisca l’apporto dei nutrienti che garantiscono all’organismo la giusta energia.

Chi soffre di stanchezza ha bisogno di energia che duri di più, da utilizzare più lentamente. In quest’ottica è fondamentale mangiare poco, a intervalli regolari, alimenti come frutta secca e semi, per evitare i cali glicemici.

É importante seguire un’alimentazione povera di grassi, in quanto questi appesantiscono l’organismo e aumentano i sintomi dell’affaticamento cronico.

In generale, è consigliabile riequilibrare il proprio piano alimentare, al fine di garantire all’organismo il giusto apporto di acqua, sali minerali, carboidrati, ma anche di antiossidanti, come vitamina A e zinco, ferro e vitamina B12, la quale carenza è una delle principali cause della stanchezza fisica.

Scopri i nostri workshop e seminari per avere consigli su una corretta alimentazione!

Scopri i nostri workshop

Astenia a lavoro

Il ritorno alla routine e allo stress lavorativo può causare episodi legati alla cosiddetta “sindrome del burn out“, una vera e propria forma di esaurimento o logorio derivante dalla natura di alcune mansioni professionali.

La sensazione di spossatezza e affaticamento portano ovviamente ad essere meno produttivi e a rendere meno a lavoro.

La risorsa che dobbiamo curare per combatterla è l’energia personale costituita quindi in primis dalla dimensione fisica nonché da quella emotiva, mentale e spirituale.

É importante, inoltre, intraprendere buone relazioni sociali con i colleghi, per essere più sereni e meno stressati dalla routine lavorativa. Il benessere aziendale migliora le performance dell’azienda e le prestazioni dei dipendenti.

 

Scopri i servizi per le aziende

Scritto da:
Martina