Quante volte ti è capitato di avere dolori al collo o alla schiena e di dire “Ho la cervicale”? Capita spesso, soprattutto dopo aver preso un colpo di freddo, aver dormito male o aver passato tante ore in una posizione scomoda. Ci sono inoltre delle situazioni, spesso sottovalutate, che possono favorire l’insorgere di questo disturbo, ad esempio passare tante ore alla scrivania con una postura scorretta. 

Cosa significa esattamente avere la cervicale? Con quali sintomi si manifesta e cosa fare per alleviare il dolore? 

Continua a leggere per scoprire tutto quello che c’è da sapere su questo argomento e per scoprire cosa si intende con cervicale da smartphone. 

aaaaaaaaa

“Ho la cervicale”… ne sei sicuro? 

aaaa

La zona cervicale è la parte più mobile della colonna vertebrale che sostiene il capo e il collo e comprende vertebre, muscoli e legamenti. Si tratta di una delle parti più delicate del corpo, per questo è importante prestare attenzione a tutto ciò che potrebbe provocare dolori e infiammazioni.

Una delle principali cause di rigidità e tensioni della zona cervicale è la postura scorretta che, se sottovalutata, rischia di portare conseguenze a lungo termine.

Facci caso: quando guardi il tuo smartphone tieni la testa inclinata, giusto? Ciò aumenta notevolmente il peso della testa sul collo, che può raggiungere addirittura i 27kg – quanto il peso di un bambino di 8 anni! 

Ma non è solo mentre utilizzi smartphone e pc che assumi una postura scorretta; durante tutta la giornata, infatti, ci sono numerose situazioni in cui inconsciamente gravi su spalle, collo e schiena. Ad esempio: quando porti una borsa sulla spalla quanto spesso cambi lato? Raramente, vero? Così facendo concentri tutto il peso su un’unica spalla, cosa che con l’aumentare del tempo rischia di provocare dolori anche nelle zone limitrofe. 

aaaaaaa

Cervicale infiammata: i sintomi

aaa

Postura scorretta, movimenti bruschi, tensioni muscolari e articolari: tutto questo può sottoporre l’area di collo e spalle a un grande stress, che si traduce nella   cervicale infiammata, che si presenta principalmente con dolore al collo e mal di testa. 

Esistono però diverse tipologie di cervicalgia, che si differenziano per la sintomatologia:

1. Cervicalgia: comporta dolori alla nuca e nervi del collo infiammati che provocano difficoltà nei movimenti.
2. Sindrome cervico-branchiale: il dolore del collo si estende anche alle spalle e alle braccia, portando ad una sensazione di formicolio.
3. Sindrome cervico-cefalica: questo tipo di cervicalgia comporta mal di testa da cervicale a cui spesso si associano nausea e vertigini.

In altre parole, la cervicale si manifesta quando si soffre di tensione muscolare e di rigidità a collo e spalle, condizioni che non permettono il normale rilassamento dei muscoli. 

aaaaaaaa

Postura e…pc

aaa

Come anticipato in precedenza, le cause alla base dei dolori nella zona cervicale sono diverse, ma una delle più comuni è identificabile nella postura scorretta assunta durante la giornata. 

Infatti, quando utilizziamo il nostro pc o smartphone, molto spesso assumiamo una posizione innaturale che a lungo andare genera tensioni e dolore al collo e alle spalle e provoca infiammazioni alla schiena: questa sindrome prende il nome di Tech Neck, letteralmente “collo da smartphone”. 

Vuoi saperne di più sulla sindrome del Tech Neck? Premi il link  e leggi l’articolo dedicato! 

aaaaaaa

Quali sono i rimedi?

aaaa

Evitare l’infiammazione della cervicale e la sindrome del Tech Neck non è impossibile: basterà avere delle piccole accortezze in più e in poco tempo i dolori cervicali inizieranno ad alleviarsi. Ad esempio, quando sei seduto alla scrivania:

1. mantieni uno sguardo orizzontale;
2. non abbassare il collo;
3. riduci il tempo davanti agli schermi;
4. fai veloci esercizi specifici. 

Altre pratiche utili a combattere i dolori nella zona cervicale sono la ginnastica posturale cervicale e l’osteopatia, estremamente efficaci per alleviare i sintomi della cervicalgia posturale; anche i massaggi cervicali, in ultimo, permettono di decontratturare i muscoli tesi. 

-aa

Messaggi e osteopatia contro la cervicale da smartphone

aAAAA

Massaggi e osteopatia sono i nostri migliori alleati quando si tratta di contratture, ma vediamo nello specifico perchè sono così fondamentali. 

L’osteopatia agisce in primo luogo ricercando la causa del dolore e della rigidità, per stimolare un processo di autoguarigione attraverso manipolazioni specifiche che coinvolgono diverse parti del corpo. Maggiore sarà l’intensità del dolore, più tempo sarà necessario per sciogliere le contratture: per un trattamente efficace non basterà quindi una sola seduta. 

Allo stesso modo, anche i massaggi risultano estremamente efficaci per alleviare le tensioni, vanno però distinte tre tipologie di massaggio: 

1. Massaggio rilassante: utile per chi vuole prendere un momento di pausa;
2. Massaggio decontratturante: adatto per i sintomi della cervicale da smartphone, questo tipo di massaggio ha lo scopo di alleviare dolori fisici e portare ulteriori benefici al resto del corpo;
3. Massaggio linfodrenante: massaggio specifico che agisce sulla circolazione linfatica, eliminando il ristagno di liquidi.

I benefici dei massaggi sono quindi numerosi e ti permettono di migliorare il benessere psicofisico generale del tuo organismo alleviando i dolori ma anche riducendo lo stress e migliorando la qualità del tuo riposo. 

ShapeMe ti permette di avere il tuo trattamento personalizzato direttamente a casa, grazie ad un servizio di wellness a domicilio composto dai migliori professionisti. Oltre 4000 persone hanno già provato i nostri servizi. Cosa aspetti? Clicca il link qui sotto e prenota il tuo massaggio. 

Scritto da:
Redazione ShapeMe