Cosa vuol dire “personal branding”? Queste due parole vengono usate molto spesso, ma non sempre nella corretta accezione.

Per i professionisti del fitness, è molto importante crearsi una propria vetrina sul web, ma, dati i loro quotidiani impegni di natura ben diversa, non sempre riescono a farlo.

“Personal branding” vuol dire, per Wikipedia, “capacità di promuovere se stessi, al fine di essere gradito o comunque appetibile nei confronti di una comunità di consociati, con modalità simili a quanto avviene in campo economico, per i prodotti commerciali”.

Più precisa e pratica è la direttiva data da Riccardo Scandellari, tra i massimi esperti italiani sul tema: “Fare personal branding significa valorizzare le proprie competenze, capacità e passioni”.

Per abbozzare un primo livello di visibilità web, elenchiamo di seguito tre prime semplici mosse.

 

  1. Creare una propria pagina Facebook

Attenzione, la maggior parte dei professionisti italiani sono su Facebook, ma con un proprio profilo personale.

La fanpage ha delle caratteristiche diverse rispetto a quelle di un profilo, che la rendono adatta all’uso promozionale da parte di un’azienda o un libero professionista.

Tra le più rilevanti:

  • I post scritti da un profilo non sono di norma visibili a chi non accede a Facebook, quindi neanche a Google e gli altri motori di ricerca
  • Il rapporto tra fan e pagina è monodirezionale, ossia i fan ricevono aggiornamenti dalla pagina, ma non avviene il contrario, salvaguardando così la privacy dei fan/client
  • La pagina non ha limiti di contatti, un profilo non può superare i 5.000.

Casomai aveste delle difficoltà operative, la guida che vi consigliamo è quella ufficiale di Facebook.

 

  1. Aprire un proprio profilo Linkedin

Differentemente rispetto a Facebook, il profilo Linkedin può essere il “luogo” corretto per la promozione web di un Professionista quale ad esempio un Personal Trainer.

Le pagine aziendali diventeranno una buona soluzione solo se il Professionista possiede una propria azienda, magari uno studio.

Ecco come creare un profilo e una pagina Linkedin.

 

  1. Utilizzare ShapeMe

… last but not least, ecco una “mossa” che non potevamo non menzionarvi!

ShapeMe è la soluzione che fa per voi se desiderate una vetrina online più completa, arricchita da alcune funzionalità pensate specificamente per chi lavora in ambito wellness:

  • Possibilità di vendere online i propri servizi
  • Spazio dedicato alle certificazioni, direttamente nel profilo
  • Agenda integrata
  • Messaggistica.

Per farvi un esempio, ecco come usa ShapeMe il Professionista Milanese Gianluca D’Amato e, per chiudere il discorso… ricordate che il profilo ShapeMe può essere condiviso su Facebook e Linkedin, proprio come se fosse un biglietto da visita.

Esempio profilo ShapeMe Gianluca D'Amato

 

Siete pronti per iniziare a promuovervi online? 😉

 

 

Scritto da:
Gianluca Dalmonte
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato su tutte le ultime novità del Wellness per privati e per aziende!