Praticare attività fisica è fondamentale per il benessere di qualsiasi individuo, ma spesso questa viene trascurata a causa degli impegni lavorativi. Al giorno d’oggi, grazie al maggiore interesse delle realtà lavorative per la salute dei propri dipendenti, conciliare lavoro e benessere non appare più come un problema. Praticare sport sul posto di lavoro, luogo in cui molti trascorrono gran parte della propria giornata, non è solo vantaggioso per il dipendente, ma piuttosto per l’intera azienda.

Sempre maggiore è il numero di aziende che per riuscire a garantire migliori condizioni di lavoro riservano uno spazio fisico dell’ufficio ad un’area fitness con attrezzi per la palestra, dove è persino possibile seguire assieme ai colleghi corsi di yoga, pilates e ginnastica.

Questa tendenza, che vede le sue origini in America, inizia a prender piede, negli ultimi anni, anche in Italia, dove un numero sempre maggiore di realtà aziendali sceglie di portare il corporate Wellness all’interno delle proprie mura.

L’attenzione verso l’attività fisica nasce, oltre che da una nuova cultura sempre più salutista, dalla consapevolezza che un dipendente in buona salute e in forma riduce le spese aziendali e aumenta la produttività, nonché assicura ai lavoratori una vita migliore e alle società risultati eccellenti. Secondo quanto riportato nel Randstad Workmonitor; l’indagine sul mondo del lavoro realizzata in 33 Paesi del mondo, in Italia il 37% delle aziende dispone di strutture sportive, anche se solo il 33% permette di fare sport durante le ore d’ufficio. Si tratta di numeri più piccoli rispetto al resto del mondo, ma che tuttavia si ritiene aumenteranno. Anche perché sembrerebbe che ben il 78% dei dipendenti italiani, contro il 70% della media globale, renda di più in ufficio proprio grazie allo sport.

Ecco alcuni esempi di aziende che hanno al proprio interno una palestra per i dipendenti, gratis o a prezzo simbolico:

  • La sede milanese della multinazionale Sas, che offre soluzioni software per il supporto decisionale, ha sdoganato il progetto “Lavoro, mangio, mi alleno”, attraverso il quale i dipendenti, per soli 60 euro all’anno, hanno la possibilità di recarsi in una palestra dotata di macchinari cardio, panche e anche alcune attrezzature per lo stretching, adatte soprattutto per la prevenzione del mal di schiena e alla correzione della postura, problemi caratteristici di chi lavora in ufficio, ne parliamo qui.
  • Tetra Pak, la multinazionale che produce sistemi per il confezionamento di alimenti, ha fatto del benessere dei dipendenti uno dei suoi punti di forza. L’azienda svedese, infatti, ha anch’essa allestito nel quartier generale di Modena, un centro fitness interamente gratuito. Inoltre i dipendenti Tetra Pak possono farsi anche seguire da un personal trainer tre volte a settimana.
  • Ferrari rappresenta un esempio di attenzione al benessere dei propri dipendenti attraverso il progetto “Formula Benessere”, tra le varie attività gratuite fornite ai propri dipendenti, viene inclusa la palestra, che permette non solo di migliorare la qualità della vita delle persone ma anche di creare un forte senso di appartenenza alla comunità Ferrari.

Risultato? Meno stress, aumento dell’energia e più motivazione.

E per quei datori di lavoro che leggendo questo articolo ancora non fossero convinti, ecco alcuni buoni motivi per promuovere l’attività fisica in ufficio:

  1. AUMENTA L’ENERGIA

Fare attività fisica aiuta l’organismo, e quando ciò accade cuore e polmoni lavorano più efficacemente e ciò garantisce più energia per svolgere i lavori giornalieri.

  1. RIDUCE LO STRESS E L’ANSIA

Uno studio dell’Università di Bristol, sottolinea i notevoli vantaggi sia per i dipendenti che per i datori di lavoro derivanti dallo sport sul posto di lavoro: secondo la ricerca la possibilità di usufruire di una palestra all’interno dell’ambiente di lavoro smorza lo stress da scrivania e allo stesso modo rende i dipendenti molto più produttivi.

  1. STIMOLA LA CREATIVITÀ’

Alcuni studi, tra cui quello italiano di Claudia Lunghi ed Alessandro Sale, apparso sul Current Biology dimostra come lo sport giunga a potenziare, oltre ai muscoli e al cuore, anche le capacità cognitive come memoria, attenzione e creatività.

  1. AUMENTA LA PRODUTTIVITÀ’

Uno studio dell’American College of Sports Medicine, ha rivelato che chi trascorre 30-60 minuti facendo attività fisica, all’ora di pranzo, genera un incremento produttivo del 15%. Inoltre il 60% dei lavoratori dichiara che le loro capacità di organizzazione del tempo, le loro funzioni intellettive e le capacità di onorare le scadenze migliorano nel giorno in cui si sono allenati.

  1. RIDUCE LE ASSENZE PER MALATTIA

Uno studio del 2011 pubblicato sul Journal of Occupational & Environmental Medicine ha mostrato come un minimo di esercizio a settimana porti a una sensibile riduzione delle assenze. E come dipendenti sani e in forma sino meno tendenti a prendersi quelle malattie virali che possono essere prevenute e quindi meno giorni di malattia.

  1. AIUTA IL TEAM BUILDING

Infine un eterogeneo insieme di attività ludiche favorisce la comunicazione e l’affiatamento tra i membri del team e di conseguenza migliora la performance complessiva del gruppo in vista di un obiettivo.

 

 

 

fonti:

  • http://www.repubblica.it/salute/2016/11/15/news/l_azienda_ti_mette_a_dieta-151699783/
  • https://www.manageritalia.it/it/lavoro/benefit-aziendali
  • http://www.corporesanomagazine.it/news-corporesano-magazine-top/item/5-motivi-per-promuovere-l-esercizio-fisico-tra-i-dipendenti.html
  • https://www.lincmagazine.it/2016/07/21/palestra-in-ufficio-dipendenti-in-forma/
Scritto da:
Francesca Petrachi
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato su tutte le ultime novità del Wellness per privati e per aziende!